AREA ARCHEOLOGICA DELL'ADDOLORATA

In località Addolorata, nel 1982, su un pendio situato alla periferia orientale dell’attuale nucleo urbano, è stata esplorata una necropoli che ha restituito 22 sepolture riferibili ad un periodo compreso tra la fine del V (tombe 1-3) e gli inizi del III sec. a.C. (tombe 4-22).
L’area funeraria, che attesta la presenza di un abitato sannitico (vicus) nelle immediate vicinanze, mostra una tipologia di sepolture caratterizzata da tombe “alla cappuccina”, con piano di deposizione e copertura in tegole, tombe a cassa e “a camera” in blocchi di travertino con copertura a doppio spiovente e letto funebre a deposizione unica. Il rituale funerario prevalente è quello dell’inumazione con il defunto deposto in posizione supina con braccia e gambe distese. In quattro casi è adottato il rito dell’incinerazione secondaria, evidente richiamo ai modelli greci e poi etrusco-campani di tradizione eroica cui aderivano culturalmente e ideologicamente le élite sannite qui stanziate sul finire del IV sec. a.C. Vi si può accedere negli orari di apertura del Museo Archeologico di Carife guidati dagli stessi operatori addetti all’accoglienza museale.



Museo Archeologico di Carife